Gessica Nadalon

 

Gessica Nadalon


Si è laureata a pieni voti in Scienze Naturali all’Università degli Studi di Trieste, con tesi riguardante l’ecologia e la dinamica delle popolazioni dell’ululone dal ventregiallo (Bombina variegata) sul Carso triestino. Nel corso del programma di studi si è occupata anche della valorizzazione ambientale di un sito d’interesse naturalistico, con particolare attenzione verso l’entomofauna. Dopo la laurea si è impegnata in progetti di educazione ambientale, anche organizzati in ambito sociale, e ha iniziato la sua collaborazione con il Museo di Storia Naturale di Pordenone, dove ha partecipato all’ideazione e all’allestimento di mostre inerenti gli aspetti naturalistici del Friuli occidentale. Al museo pordenonese studia parte delle collezioni entomologiche, interessandosi principalmente degli aspetti legati alla determinazione delle specie. Con lo scopo di documentare la presenza e distribuzione degli Odonati nel Friuli – Venezia Giulia, si è accostata al mondo della fotografia naturalistica, che ha sviluppato prediligendo gli aspetti legati alla determinazione delle specie, senza però trascurare il punto di vista artistico. Una selezione delle sue immagini di libellule è stata utilizzata per allestire una mostra fotografica al museo di Pordenone.

Ha partecipato con testi e foto alla pubblicazione del volume “Natura in città, parchi urbani di Pordenone” e collabora con un gruppo di lavoro impegnato nello studio della distribuzione delle diverse specie di libellule nel Friuli – Venezia Giulia.

Il suo è un avvicinarsi al microcosmo con rispetto e sintonia, un voler osservare da vicino gli amati insetti. Predilige infatti obiettivi macro che le permettono di entrare quasi in contatto con i suoi soggetti preferiti.



Gessica Nadalon